collezione con-siderata (da un barbecue)

con stella

con ferro

con spada

con Me

Il borgo

Alla scoperta di infiniti scorci

da un progetto dell’architetto Stefano Petacchi

A Frida (da una testata di letto)

a te questo oggetto costruito di frammenti, a te che hai fatto della tua vita un’opera

nonostante un corpo fatto di frammenti tenuti insieme

solo grazie alla tua audace tenacia

Assolo (dalla controsagoma di un violino)

e alla fine suoni da solo

Quartetto d’archi (da controsagome di violino)

quello che resta intorno ad uno strumento

Dietro-front

tornare al punto di partenza, per piacere

Riflessioni interiori (da cassetti)

riflettere riflettersi guardare guardarsi senza pietà

Scuretto luminoso

molta più luce

La luce nel buio (da uno scuretto)

quanta strada per riuscire a trovarti

 

 

 

 

 

 

 

De-siderata collezione – Fuori Salone 2017 (da tubi idraulici, abete, mogano, wengè e armonia)

Privilegio lo stato di mancanza

de-siderio infinito non si colma mai

L’alchimia del vuoto si cela tra i differenti tipi di legno e la forza dell’essenzialità del ferro

Divergenze

accontentarsi di quello che non si può non avere

E guardami (da tendine veneziane)

non è poi così complicato

Paradiso

per te

Seduti

…usala, ogni tanto…

Porta luce

portare luce nell’oltre

Per Elisa (da legno di zebrè)

armonia delle prime note

Colonna

spazi con-tenuti

Francesismi

così

LEGàMI (da vecchie assi)

vecchi legami con la squola

Il vuoto (da cassetti, colonnine e casse porta vetri)

molto difficile riempire un grande vuoto

Nido (da corde di pianoforte e casette per gli uccellini)

corde di pianoforte legate insieme, per continuare a vibrare e suonare

sei nelle mie corde

accordiamoci luce di suoni

Ricucio (da una Singer)

legare fili chiudere buchi cucire bordi risanare i malati

Dò i numeri

i numeri sono il mio tranquillante, ripeterli, sommarli, dividerli, scomporli per poi riunirli in un unico risultato.

Una gara a chi dà prima il risultato

Oper-Azioni

Dare i numeri per uscire di testa….contare per qualcuno

Non casco (da un casco per capelli)

molte volte con la testa sotto

Pioggia antica (da un portaombrelli)

non posso più tenerti

Lui legge Lei lavora (coppia fissa di due indossatori con grammofono)

così è andata!

Africa luminosa

sempre selvaggia

Rame

…da sempre…

Africa mia (da un’antica finestra di un antico Palazzo)

creare dal nulla

Frammenti (da pezzi sparsi)

come me

Urz (da una finestra)

vestire i piedi

Riscaldamento autonomo (da uno sportello da stufa)

vivere del proprio fuoco

 

 

 

 

 

 

 

ricordo di un padre

ritornare a un nuovo passato

Il grigio

al grande Giorgio Gaber

Dentro dentro (da una vecchia scatola)

saper guardare oltre

Kore

ancora nell’innocenza

De-siderata – Fuori Salone 2017

Privilegio

lo stato di mancanza, De-siderio infinito non si colma mai

l’alchimia del vuoto si cela tra i differenti tipi di legno e la forza dell’essenzialità del ferro

Pronti a partire-Installazione Esuli Torano 2015 – Primo premio

un baule che viaggia bisogna scappare…

stasera non devi essere più qui vai via via via via via

da questa terra

tornerai un giorno con le tue figlie senza dire una parola e non ti riconosceranno più

solo un taglio mai ricucito

In viaggio (sono a Los Angeles)

con Otto per il mondo

Scarrozza giochi-Creativamente kids-Festival della Mente 2016 (da una carrozzina)

infanzia morbida e protetta

girotondo

giro del mondo in bicicletta

Arrampicarsi sugli (da forme di scarpe)

specchi

Frequenti alluvioni (da un remo)

tutto sarà

Pane quotidiano (da una pala per infornare il pane)

Pasta mamma

Griglia
La vita segreta delle parole

le parole rimangono celate

Ritorno al futuro (da una cabina di contatore elettrico)

conduzione elettrica

Esci fuori…ti prego (da un’armadio di sacrestia)

basta penitenze

Vicino al mare-Ristorante Marina di Carrara (da vecchie finestre)

le grandi paure degli inizi

 

Scrivania de-siderata

Privilegio

lo stato di mancanza      de-siderio infinito      non si colma mai

l’alchimia del Vuoto si cela tra i differenti tipi di legno e la forza dell’essenzialità del ferro

 

Pinocchio

molte bugie

Conta (da un contatore elettrico)

ci

 

Cupido

aspetto la freccia…

Trasparenze

imbarazzanti

Africa divisa (da legno di zebrè)

da una striscia di sangue

L’albero di Debora (da un tronco d’olivo)

peccato, mi hai abbandonato

Squola (da una antica lavagna)

è iniziato tutto da te

Sotto la pioggia ti ho aspettato

finalmente…

 

Scrivimpiedi

con grande classe

Bau

mastino

 

Scrittoio

per non trovarci dentro niente

E’ stato meglio non arrendersi

sarei morta

Mille pezzi (da scarti di falegnameria)

quante volte sono caduta in…

Iside

padri importanti

Blu

profondamente

Mediterraneo (da tavole di una segheria di marmo)

…tagli su tagli…

Penisole

comunque attaccati alla terra

Primo

come all’alba di un nuovo giorno…

 

Esuli ancora (da installazione ESULI Torano 2015)

è sempre meglio non disfare le valige…

Perdita (da un porta catino da camera)

trattenere ostinatamente

ma il tappo perde perde sempre qualcosa si perde sempre qualcuno

acqua acqua acqua lacrime come un torrente in piena

si perde ancora

Zingara (da cavalletti per falegnameria)

…sei zingara primitiva e coraggiosa…hai anche una gruccia che fa un sorriso…rendi omaggio

costruito con frammenti di altre lavorazioni ma con la forza di ricominciare sempre

Selvaggio (da cavalletti per falegnameria)
Millepiedi (legno di Zebrè)

tangram da appartamento…per creare mille forme diverse

Japan (da un porta alambicco in ferro)
Culla (da un lettino del Nido)

come il sonno sicuro di un bambino

Macino (da una macina per l’uva)

pensare…pensare….pensare le cose fino a ribaltarle…

Firenze (da cunei per riporre lastre di marmo)
Titti (da un albero di olivo paterno)
Frammenti di una vita (da scarti di lavorazione)

…continuamente cercare di tenere insieme i miei pezzi…

Demetra (tronchi di olivo e cristallo)
Brandina (da una branda da ospedale da campo)
Solitudine (da cavalletti di falegnameria)
La vita segreta delle parole
elisabettacori.it
facebook
instagram


SiAmo Scarti (2018) Tutti i diritti riservati